attic12

Blog

Senza categoria

Fissi, girevoli o tilt? Quali supporti per tivù acquistare

Negli ultimi decenni la tecnologia ha ‘contaminato’ in misura esponenziale il mondo dei piccoli e grandi elettrodomestici, tivù comprese. Al posto dei vecchi televisori a forma di scatoloni ingombranti che rubavano spazio nella zona giorno occupando interi pianali di mobili per via del loro notevole volume, oggi le nuove tivù a schermo piatto anche di grosse dimensioni, oltre ad essere ‘salvaspazio’ si prestano a lasciare liberi i complementi d’arredo della zona living o notte potendo essere posizionate in sospeso, grazie ai nuovi supporti a parete, una soluzione ideale anche per valorizzare l’arredo e collocando in zone neutrali gli schermi tv che assumono la parvenza di un quadro al muro. A differenza delle vecchie televisioni a tubo catodico, i nuovi televisori a schermo piatto sono molto più leggeri e versatili, posizionabili ovunque con una resa estetica decisamente migliori e collocazioni a parete che ne valorizzano anche la visualizzazione. Ma quali tipi di supporti scegliere per fissare la tivù alla parete?

Possiamo iniziare col classificare i supporti, che sono principalmente di tre tipologie: supporti fissi, girevoli e tilt. Il modello fisso per tivù è la variante basica standard, la più semplice ed economica, riconoscibile nell’aspetto e nella conformazione strutturale elementare. Con questo tipo di supporto si può alloggiare la tivù al muro in modo fisso e definitivo. Questo modello si presta soprattutto per maxi-schermi e per chi ha idea di posizionare la tivù in quella precisa collocazione una volta per tutte, nel senso che una volta allestita si tratta di una posizione definitiva. Diverso il supporto tilt, da considerare come un dispositivo evoluto rispetto al precedente, in grado di garantire un’inclinazione del 15% che consente allo spettatore di variare l’angolo di posizione della tivù per poterla adattare a una visione ottimale, anche per eliminare eventuali riflessi o bagliori.

In questo caso, il supporto ha la funzione di un braccio meccanico che permette il fissaggio a parete ma anche una maggiore flessibilità nella gestione dello stesso, più facilmente manovrabile per ottimizzare la visuale dello schermo. Infine, possiamo optare per i supporti da parete per tivù girevoli, meglio conosciuti come staffe multiposizione oppure orientabili, i più versatili in assoluto in quanto offrono più chance di regolazione.

Tema di Anders Norén